Attribuito il grado di 7° dan al M° Mario Fanizza

Anno 2013/2014

La festa per il Maestro

Una
intervista

Un riconoscimento importante e prestigioso, quanto ampiamente meritato, è stato assegnato al Maestro Mario Fanizza - Direttore Tecnico della Accademia del Karate Yoshitaka - al quale è stato attribuito il grado di 7° dan dal Consiglio Federale della FIKTA, Federazione Italiana Karate Tradizionale, su proposta della Commissione Tecnica Nazionale.

Un riconoscimento straordinario che premia certamente anche il continuo e importante progredire nella tecnica come "praticante", ma con una valutazione complessiva che traguarda oltre gli aspetti di preparazione tecnica per abbracciare l'importanza dell'opera, da lui significativamente compiuta da molti anni, allo scopo di contribuire efficacemente alla diffusione del Karate Tradizionale. Con i normali esami di riconoscimento del grado, infatti, è possibile arrivare solamente fino al grado di 5° dan, mentre già in questa prospettiva al Maestro Fanizza, fin dal 1998, era stato attribuito il grado di 6° dan.

Arriva ora l'importantissimo quanto ambito 7° dan, un riconoscimento per pochi Maestri, che avviene in considerazione dei molteplici e indiscussi risultati ottenuti nella sua costante e impegnativa attività, anche a livello federale: con i suoi tanti incarichi di insegnamento, sia tecnico che teorico, per importanti argomenti di studio negli impegnativi Corsi organizzati dalla FIKTA per la formazione dei nuovi Istruttori e Maestri; o la partecipazione, in qualità di Relatore, ad importanti seminari scientifici organizzati dall'Istituto Shotokan Italia, Ente Morale.

Un'ampia attività che può ancora vantare, a livello nazionale, il continuativo affiancamento al Maestro Hiroshi Shirai (10° dan, da tutti riconosciuto tra i massimi esponenti mondiali del Karate originario) nella Commissione Tecnica per esami di dan dei livelli superiori (3°, 4° e 5° dan) o l'affiancamento organizzativo in importanti Stage federali di allenamento in tutta Italia.

A livello locale, invece, si può rammentare l'organizzazione di importanti eventi di Karate in Abbiategrasso (Campionati Italiani o Regionali, Stage di Karate, Stage di Goshindo) e l'organizzazione di manifestazioni culturali legate alle tradizioni e alla cultura giapponesi (mostre artistiche ed eventi di grande rilevanza culturale ed artistica) o di convegni dedicati ai valori educativi dello Sport in genere ed in particolare alla disciplina del Karate Tradizionale. Senza neppure citare la formazione in ambito abbiatense, da ben 33 anni, di migliaia di praticanti e di numerosi Maestri e Tecnici.

Da notare infine la recente, plurima rielezione all'incarico di Vice Presidente dell'Istituto Shotokan Italia, Ente Morale riconosciuto dalla Presidenza della Repubblica.

Una vasta e significativa opera, quindi, già ampiamente riconosciuta per la sua rilevanza anche strategica per la Federazione, che si aggiunge ad una costante e impegnativa partecipazione in qualità di praticante ai molteplici Stage di formazione tecnica, nonché ai continuativi allenamenti nel dojo del suo Maestro e riferimento costante fin dall'inizio dell'attività: il Maestro Hiroshi Shirai, in aggiunta ai molti e significativi insegnamenti ricevuti anche del compianto Maestro Taiji Kase.

In tutto, non meno di 45 anni di costante e assidua pratica del Karate Tradizionale: non per nulla, una delle massime più significative indica la "via" da seguire con la frase "Il Karate si pratica tutta la vita".

HOME