Abbiategrasso
luglio 2016

La Basilica di Santa Maria Nuova

Edificata nel 1365 per volere della Confraternita di Santa Maria della Misericordia, venne dedicata a Maria Nascente nel 1388 in occasione della nascita, nel borgo, di Giovanni Maria Visconti, figlio di Gian Galeazzo. Già principale centro religioso della città, divenne sede parrocchiale nel 1578 in occasione di una visita pastorale.

Posizionata nel centro storico di Abbiategrasso, la facciata principale guarda sul cortile interamente circondato da un Quadriportico rinascimentale, costruito nel '400 per recingere il cimitero prospiciente la Basilica, che presenta pregevoli decorazioni in cotto a lungo attribuite al Bramante.

Il Quadriportico

L'imponente pronao, che conclude il Quadriportico e copre buona parte della facciata del XIV-XV secolo, fu realizzato tra il 1595 e il 1601, incorporando nel primo ordine alcuni elementi di un vestibolo quattrocentesco di cui si ignora la struttura. Incastonato nel pronao, un affresco della Scuola degli Zavattari anch'esso raffigurante una "Vergine col Bambino".


Gli affreschi di Giovanni Valtorta

Le cinque cappelle del lato sud della Basilica vengono nel tempo riccamente adornate da impianti decorativi differenti tra loro nei quali, tra il 1864 ed il 1870, si inserisce l'opera dell'affreschista e decoratore Giovanni Valtorta coadiuvato dai decoratori Piazza e Marinoni.

Valtorta, nel suo operare, riprende affreschi già presenti o li esegue ex novo, inserendovi un nuovo intonaco su cui lavorare a fresco. Anche le quattro grandi cappelle gentilizie che si aprono sul lato nord, risalenti al secolo XV, vengono riaffrescate ex novo dal Valtorta.

Milanese, nato nella prima metà del XIX secolo, Valtorta fu accademico e poi socio onorario dell'Accademia di Brera. Noto per gli interventi nella chiesa di S. Carlo al Corso a Milano nonché autore di importanti pitture sacre all'interno di molte chiese milanesi e lombarde, fu caposcuola di diversi allievi divenuti a loro volta importanti pittori di affreschi sacri: tra questi, anche il figlio Luigi.

L'affresco da restaurare

Durante i lavori di restauro della chiesa e di realizzazione degli affreschi interni, attorno quindi all'anno 1865, Giovanni Valtorta realizzò anche la "Beata Vergine con Bambino" sul muro esterno del Quadriportico, sostituendo un primo affresco del 1671 ormai totalmente deteriorato, con soggetto "La Sacra Famiglia", fatto realizzare dalla Famiglia Cambiago che abitava il palazzo nobiliare posto di fronte al muro del Quadriportico.

Nel 1918 il figlio di Valtorta, Luigi, restaurò l'affresco realizzato dal padre e già parzialmente rovinato dagli agenti atmosferici; mentre un decennio dopo veniva creata in bassorilievo un'imponente edicola per incorniciarlo degnamente, come sottolinea un articolo giornalistico pubblicato il 15 luglio 1933 su "Il Popolo abbiatense" e conservato alla Biblioteca Nazionale Braidense di Milano.

HOME