Esami di dan: tre atleti 2° dan e tre nuove cinture nere

Caravaggio (BG)
14 dicembre 2008


Il M° Hiroshi Shirai

Il M° Takeshi Naito

Il M° Hiroshi Shirai e
il M° Mario Fanizza

L’I.S.I., Istituto Shotokan Italia, Ente Morale riconosciuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, tra le attività promosse per la diffusione di una conoscenza molto specifica e approfondita del Karate Tradizionale, e alla ricerca del perfezionamento continuo dello studio del Karate, organizza periodicamente stages nazionali di approfondimento che vedono impegnati i massimi livelli federali della FIKTA, con in prima linea il fondatore e Direttore Tecnico Maestro Hiroshi Shirai. Al termine dell’allenamento, questi stages periodici sono l’occasione per verificare il livello tecnico di chi, tra i partecipanti, si considera pronto per superare il livello di base rappresentato dalle cinture colorate e accedere all’ambizioso traguardo rappresentato dall’acquisizione della cintura nera di 1° dan; o per promuovere un nuovo grado (dan) tra le stesse cinture nere, fino ai più alti livelli di preparazione.

Anche l’ultimo stage nazionale si è svolto con la partecipazione di oltre seicento atleti provenienti dalla varie regioni italiane, e si è concluso con l’istituzione delle Commissioni Tecniche per esaminare i numerosi candidati al grado di cintura nera o a un dan superiore.

La Commissione esamina ciascun candidato nelle tre componenti previste: il Khion, esecuzione programmata di tecniche fondamentali; il Kata, esecuzione di tecniche con espressione di forma come un reale combattimento; ed il Kumite, il combattimento contro un avversario.

Fa parte del percorso di crescita tecnica e personale del praticante di Karate Tradizionale, il confrontarsi con i vertici di una commissione federale per sancire il proprio livello tecnico raggiunto. Il riconoscimento di un nuovo livello diventa così il punto di partenza per proseguire nella via del Karate – il do – verso un punto più alto da raggiungere nel perfezionamento di sé.

Tra i molti atleti della Scuola Yoshitaka che hanno partecipato allo Stage, ben sei si sono poi presentati davanti la Commissione d’Esame: tre per l’acquisizione della Cintura Nera di 1° dan, e altri tre per l’accesso al grado di 2° dan.

Tre nuove Cinture Nere

Tre passaggi al 2° dan


Giusy
Lodigiani


Maurizio
Montardini


Paolo
Reja


Donata
Fagnani


Alessandro
Balzi


Gabriele
Roda

Giusy Lodigiani con scioltezza e precisione, Maurizio Montardini e Paolo Reja con determinazione e potenza, hanno superato di slancio le prove richieste per l’acquisizione della cintura nera; tre adulti di 38, 42 e 37 anni che non sfigurano certo nel confronto con gli atleti più giovani. E a dimostrazione della possibilità per chiunque di praticare con successo il Karate, Donata Fagnani, 52 anni, superava invece caparbiamente il difficile passaggio dal 1° al 2° dan; così come gli agonisti Alessandro Balzi e Gabriele Roda (rispettivamente, 19 e 24 anni) che dimostravano l’eccellente livello raggiunto con un ineccepibile combattimento acceso, dinamico e senza sbavature. Tre nuove cinture nere, dunque, e tre passaggi di dan che potenziano ulteriormente il già cospicuo e preparato gruppo di “Nere” della Scuola Yoshitaka, testimoniando la vitalità della Scuola e la supremazia del Direttore Tecnico: il Maestro Mario Fanizza, 6° dan (ora 7° dan, n.d.r.).





Foto di A.Varieschi
HOME